top of page

VIOLA - Esercitazioni di Scienza delle Costruzioni 1. Strutture Isostatiche e Geometria delle Masse

Aggiornamento: 6 lug 2023


Scienza delle costruzioni 1

Molte sono le novità contenute nella terza edizione di questo primo volume di Esercitazioni di Scienza delle Costruzioni. Il capitolo 8 riguardante la geometria delle masse è stato notevolmente ampliato mediante l'aggiunta di dimostrazioni e complementi. Il volume inoltre risulta arricchito di due appendici. L'appendice A riguarda lo studio grafico dei sistemi piani di forze. L'appendice B riporta le formulazioni forte, debole e variazionale del problema della fune inestensibile. Non mancano in essa i richiami indispensabili di Algebra Lineare e di Analisi Funzionale. In questa parte del volume viene fatto rilevare che le notazioni introdotte possono applicarsi a qualsiasi problema strutturale, mentre il procedimento esposto costituisce la base per la formulazione unificata del problema dell'equilibrio elastico per solidi monodimensionali e piani e per il corpo elastico tridimensionale.

Le strutture isostatiche sono quei sistemi strutturali in cui il numero di reazioni vincolari è uguale al numero di gradi di libertà della struttura. In altre parole, sono strutture che hanno un equilibrio statico stabile e determinato, e non presentano forze interne indeterminate. Un esempio di struttura isostatica è la trave semplice appoggiata su due appoggi, in cui le reazioni vincolari sono due (una per ogni appoggio) e i gradi di libertà della struttura sono due (lo spostamento verticale in corrispondenza di ogni appoggio).

La geometria delle masse è utilizzata per calcolare il centro di massa di una struttura e per determinare come essa si comporterà in risposta alle forze esterne applicate. In astronomia, la geometria delle masse è utilizzata per determinare le orbite dei pianeti e delle stelle. In biologia, la geometria delle masse è utilizzata per analizzare la distribuzione di massa all'interno di organismi.


Erasmo VIOLA - Laureatosi con lode in Ingegneria Civile, all’Università degli Studi di Napoli il 30 luglio 1973, dal 1° novembre dello stesso anno ha ricoperto ruoli diversi presso l’Istituto di Scienza delle Costruzioni dell’Università di Bologna: Borsista, Assistente Ordinario, Prof. Associato e Prof. Ordinario. È stato per circa 25 anni Coordinatore dei Dottorati di Ricerca in Meccanica delle Strutture, prima, e di Ingegneria Strutturale ed Idraulica dopo. Nel periodo 2002- 2017 ha svolto anche la funzione di Responsabile Scientifico del Centro di Ricerche CIMEST dell’Università di Bologna. Nel corso degli anni ha svolto una intensa attività didattica e di ricerca. I risultati scientifici conseguiti sono ampiamente riconosciuti anche in ambito internazionale.

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page